Raccolta e analisi dei requisiti

Per effettuare la stesura dell’SRS bisogna effettuare la raccolta dei requisiti e la loro analisi, fasi che rientrano nel requirements engineering, che possiamo ricondurre a 4 attività:

  1. Raccolta dei requisiti
  2. Analisi dei requisiti
  3. Stesura SRS
  4. Verifica e approvazione

Le prime due fasi possono essere raggruppate in un’unica detta fase di esplorazione. Tuttavia questa raccolta di requisiti può avvenire attraverso tre metodi:

  • Greenfield engineering:
    • Sviluppo parte da 0
    • Fonte requisiti è azienda committente
    • Comparazione e ricerca di software già esistenti che potrebbero semplificare il lavoro o evitare di farlo ex-novo.
  • Re-engineering:
    • Riprogettazione del software
    • Estensione funzionalità software
    • Durante la realizzazione si può valutare la necessità di migrazione di alcune funzionalità sul nuovo software.
  • Interface engineering:
    • Impossibilità di eliminare il vecchio software
    • Cercare di adeguare quindi la GUI
    • Necessaria la raccolta di nuovi requisiti, poiché il sistema legacy rimane intoccato ma variano solo le interfacce.

Sistema legacy: è un sistema informatico, un’applicazione o un componente obsoleto, che continua ad essere usato poiché l’utente (di solito un’organizzazione) non intende o non può rimpiazzarlo.

La fase di esplorazione

Chiamata elicitation o discovery, ovvero la fase in cui i requisiti vengono “scoperti”, poiché spesso sono difficili da individuare.

  • Primo passo è esaminare le richieste del committente, ovvero il principale referente.
  • Secondo passo: definizione stakeholdered il loro engagement (coinvolgimento) nel progetto.

Gli ingegneri del software devono perciò saper coinvolgere il più possibile tutti gli stakeholder che indirettamente o direttamente parteciperanno alla realizzazione/utilizzo del software finale, mediante l’ascolto di dipendenti e azienda.

E’ necessario quindi conoscere tutti i punti di vista (view point) dei possibili utilizzatorie stakeholder per individuare al meglio i requisiti per la realizzazione. La raccolta dei requisiti dagli stakeholder viene chiamata requirements elicitation.



Tecniche di esplorazione

  • Interviste individuali
  • Focus group
  • Osservazioni sul campo
  • Questionari
  • Analisi della concorrenza e best practises
  • Scenari e casi d’uso
  • Etc.
StrumentiObiettiviVantaggiSvantaggi
Interviste individualiEsplorare determinati aspetti del problema e determinati punti di vista.L’intervistatore può controllare il corso dell’intervista, orientandola verso quei temi sui quali l’intervistato è in grado di fornire i contributi più utili.Richiedono molto tempo. Gli intervistati potrebbero evitare di esprimersi con franchezza su alcuni aspetti delicati.
Focus groupMettere a fuoco un determinato argomento, sul quale possono
esserci diversi punti di vista.
Fanno emergere le aree di consenso e di conflitto.
Possono far emergere
soluzioni condivise dal gruppo.
La loro conduzione richiede esperienza.
Possono emergere figure dominanti che monopolizzano la discussione.
Osservazioni sul campoComprendere il
contesto delle attività dell’utente.
Permettono di ottenere una consapevolezza
sull’uso reale del prodotto che le altre tecniche non danno.
Possono essere difficili da effettuare e richiedere molto tempo e risorse.
Suggerimenti spontanei
degli utenti
Individuare specifiche necessità di miglioramento di un prodotto.Hanno bassi costi di raccolta. Possono essere molto specifici.Hanno normalmente carattere episodico.
QuestionariRispondere a domande specifiche.Si possono raggiungere molte persone con poco sforzo.Vanno progettati con grande accuratezza, in caso contrario le risposte potrebbero risultare poco informative.
Il tasso di risposta può essere basso.
Analisi della concorrenza e delle best practicesIndividuare le soluzioni migliori adottate nel settore di interesse.Evitare di reinventare la ruota” e ottenere vantaggio competitivo.L’analisi di solito è costosa (tempo e risorse).
Scenari e casi d’usoDescrivere ogni singola operazione che il
sistema deve effettuare.
Sono poi utilizzati in fase di collaudo per verificare le funzionalità del sistema.Gli intervistati spesso non sono in grado di descrivere le criticità.

Riepilogo

Problemi della fase di esplorazione

La fase di esplorazione è estremamente delicata, in quanto spesso presenta notevoli difficoltà, chepossono essere suddivise in 4 tipologie:

  • Problemi di ambito: difficoltà nel trovare il livello di dettaglio e ciò potrebbecomportare a valutazioni dannose.
  • Problemi di comprensione: data dal linguaggio che usa lo stakeholder, a volte troppotecnico e dai budget che propone proposti troppo elevati.
  • Problemi di conflitto: es. descrizioni fornite da stakeholder sono diverse, ma avolte stanno a significare lo stesso requisito, bisogna quindi cercare diattuare una mediazione per soddisfare le richieste.
  • Problemi di volatilità:
    • Legati a eventi esterni: evoluzione tecnologica, mercati.
    • Legati a eventi interni: strategie dimercato, vendite societarie.

You may also like...


x

Leggi anche...

I Requisiti Software
Le prime fasi che seguono la realizzazione di un software sono lo studio di fattibilità e l'analisi dei requisiti. Studio di fattibilità:...
Powershell: Esercitazione sui processi
CONSEGNA: - contare il numero dei processi attivi - far selezionare all'utente quanti processi vuole esportare - prendere n. process...
PowerShell: Esercitazione sui servizi
CONSEGNA: - prendere servizi in base a status - contare n processi per ogni tipo - esportare ogni quey in 3 formati - zippare il...
powered by RelatedPosts