Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono

Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono

Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono
di quei sospiri ond’io nudriva ’l core
in sul mio primo giovenile errore
quand’era in parte altr’uom da quel ch’i’ sono,
del vario stile in ch’io piango et ragiono
fra le vane speranze e ’l van dolore,
ove sia chi per prova intenda amore,
spero trovar pietà, nonché perdono.Ma ben veggio or sì come al popol tutto
favola fui gran tempo, onde sovente
di me medesmo meco mi vergogno;et del mio vaneggiar vergogna è ’l frutto,
e ’l pentersi, e ’l conoscer chiaramente
che quanto piace al mondo è breve sogno.
Parafrasi

O voi che ascoltate in queste poesie sparse il suono di quei sospiri [d’amore] di cui io nutrivo il mio cuore durante il mio vaneggiare giovanile, quando ero in parte un uomo diverso da quello che sono oggi,

se fra voi c’è chi comprende l’amore per esperienza, spero di trovare pietà e perdono per lo stile vario in cui piango e parlo, fra le speranze e il dolore vano.

Ma ora capisco bene come per molto tempo io fui oggetto di derisione per tutto il popolo, cosa di cui spesso mi vergogno con me stesso;

e il frutto del mio vaneggiare [del mio amore infelice] è la vergogna, e il capire chiaramente che tutto ciò che piace al mondo è un sogno fugace.


Temi chiave:

– l’amore come errore giovanile

– la vergogna ed il pentimento del poeta

– vanità di tutte le cose

In questo sonetto Petrarca considera l’esperienza amorosa che ha occupato un lungo periodo della sua vita un “errore” che ha generato «speranze» e «dolore», tant’è che dalla sua analisi della coscienza ne scaturisce la speranza di trovare compassione e pietà nei lettori che hanno anch’essi provato quell’errore.

L’ultima terzina in particolare sintetizza il bilancio negativo definendo l’accaduto come una follia che ha portato alla «vergogna».

Livello sintattico, metrico, lessicale

A livello sintattico il «Voi» iniziale è seguito da molte subordinate, mentre nella seconda quartina il nucleo della frase non è più collocato all’inizio della strofa ma in fondo. Vi è quindi una studiata costruzione a chiasmo.

La struttura sintattica e metrica delle terzine tuttavia risulta essere più secca e chiusa rispetto alle quartine, dove si hanno tutte le rime con sillabe aperte.

L’aggettivazione mette in risalto la vanità delle cose mondane e in particolare l’errore che egli sostiene “giovanile”, quello di seguire l’amore.

Livello morfologico

Nella poesia è molto importante l’escursione dei tempi verbali, fra il passato e il presente, come nelle espressioni  «nudriva», «era», «fui», «è».


You may also like...


x

Leggi anche...

Powershell: Esercitazione sui processi
CONSEGNA: - contare il numero dei processi attivi - far selezionare all'utente quanti processi vuole esportare - prendere n. process...
PowerShell: Esercitazione sui servizi
CONSEGNA: - prendere servizi in base a status - contare n processi per ogni tipo - esportare ogni quey in 3 formati - zippare il...
PowerShell: altri esercizi
Vi riepiloghiamo altri esercizi molto utili per PS, fateci sapere con un commento o una reaction se vi piacciono! [code lang="powershell"] # ...
powered by RelatedPosts