Decameron, V giornata, IV novella: La novella dell’usignolo

Decameron, V giornata, IV novella: La novella dell’usignolo

La vicenda è ambientata in Romagna, dove messer Lizio da Valbona, uomo di nobili costumi, abita con la famiglia: la moglie,madonna Giacomina e la figlia Caterina. I due genitori sono molto affezionati alla figlia adolescente e sperano di maritarla vantaggiosamente.

Accade che il giovane Ricciardo, di bell’aspetto e ottima famiglia, durante una visita alla casa di messer Lizio si innamorò di Caterina, “giovane bellissima e leggiadra e di laudevoli maniere e costumi”: tuttavia, impacciato e timido a causa della giovane età, coltiva il suo sentimento di nascosto senza rivelarlo alla giovane, finché anche lei, scoprendo l’amore di Ricciardo per la sua persona, arriva a ricambiarlo.

Finalmente, in un dialogo i due organizzano ansiosamente il loro primo incontro d’amore. D’accordo con l’amato, Caterina persuade Lizio e Giacomina a concederle il permesso di dormire sulla terrazza sovrastante il giardino, di modo da permettere al giovane di raggiungerla non appena i genitori si fossero coricati e di poter passare con lei la notte.



Lo stratagemma ha buon esito, nonostante qualche esitazione del padre, che per un momento pare avere inteso l’inganno e il giorno successivo gli amanti dormono insieme fino al mattino seguente. Il padre però, recandosi in terrazza vede i due amanti coricati in un atteggiamento molto confidenziale (da cui il titolo del racconto): attende il loro risveglio e minaccia il giovane di morte se non dovesse accettare la mano della figlia.

Tuttavia il tono del vecchio è del tutto privo di rabbia: dalle sue parole traspare la sua calma, spiegabile con la sicurezza per il consenso del ragazzo. Infatti, Ricciardo si dichiara pronto a sposare Caterina e il fidanzamento viene concretizzato seduta stante: solo allora i due giovani vengono di nuovo lasciati soli. Il giorno successivo iniziarono i preparativi per il matrimonio.



L’Amore nella Novella Dell’Usignolo

Il sentimento amoroso nella novella in questione si discosta dunque da quello del romanzo cortese, pur conservandone alcuni aspetti: sebbene l’amore tra Ricciardo e Caterina non nasca all’improvviso e venga alimentato dalla bellezza e dalla contemplazione dell’amata, tuttavia i due giovani pongono a tale sentimento conclusioni affrettate e precipitose, dettate dalla loro giovinezza e dall’impeto del sentimento stesso.

Evidente il cambiamento di tono nella novella di Boccaccio: in essa infatti l’amore trova riscontro soprattutto come attrazione fisica e come atto sessuale piuttosto che come venerazione della donna idealizzata.

You may also like...


x

Leggi anche...

Decameron: Proemio e Peste
Proemio Temi chiave: Dovere di consolare gli afflitti soprattutto se per amore La condizione infelice delle donne Il progetto del D...
Il Decameron: La Struttura
La Struttura dell'Opera Il Decameron è una raccolta di cento novelle. Fu scritto probabilmente tra il 1348 e il 1353. L’autore racconta come, ...
Lucio Apuleio: Amore e Psiche
La storia inizia con un re e una regina che avevano tre figlie, una delle quali si chiamava Psiche. Psiche era di una bellezza rarissima tanto ch...
powered by RelatedPosts