I Bravi

I Bravi

bravi

Erano coloro che, avendo numerosi precedenti penali, si rifugiavano sotto la protezione di un signorotto locale che in cambio commissionava loro misfatti di ogni genere per raggiungere i suoi obiettivi e esercitare la propria egemonia sul territorio circostante . I bravi rappresentano una vera e prorpria figura storica del seicento e del cinquecento, secoli in cui si sviluppano in modo massiccio soprattutto nella campagna lombarda. Probabilmente il nome “bravo” deriva dal latino pravus che significa “cattivo, malvagio” e che si ritrova nello spagnolo bravo, con il significato di “violento”, “selvaggio” e “impetuoso”.

Manzoni ci fornisce all’interno del romanzo numerose informazioni riguardo la nuova classe sociale dei bravi. Infatti genera  una copiosa digressione sui provvedimenti presi dallo stato spagnolo per arginare questo infausto fenomeno, citando le cosiddette grida sui bravi, leggi che se fossero state applicate prevedevano dure pene per chiunque fosse sospettato di appartenere a quella categoria. Tra queste grida appare quella a cui si pensa si sia ispirato Manzoni per scrivere il romanzo,(si tratta della grida del 15 ottobre del 1967 fatta leggere dal dottor Azzeccagarbugli) una grida che prevede  gravi sanzioni per chiunque cerchi di ostacolare un matrimonio. Manzoni nei confronti di questi delinquenti di professione, prova  un vero e proprio disprezzo in quanto pronti   a compiere dei delitti semplicemente dietro  ricompensa eliminando definitivamente in quei luoghi il concetto di giustizia. Compaiono per la prima volta nel Capitolo I quando su incarico di Don Rodrigo, minacciano Don Abbondio perché non celebri il matrimonio tra Renzo e Lucia. L’autore li descrive con un abbigliamento particolare che li rende immediatamente riconoscibili, dal momento che portano i capelli raccolti in una reticella verde intorno al capo, hanno lunghi baffi arricciati , sono armati di pistole e di spada e hanno un ciuffo che ricade sul volto.  Quest’ultimo particolare è davvero caratteristico di un bravo poichè questi malfattori erano soliti farsi crescere un lungo ciuffo davanti il viso che aveva una funzione ben precisa : nel momento in cui compivano misfatti, il bravo lasciava cadere il ciuffo sul viso celando così la propria identità.

You may also like...

Lascia un commento


x

Leggi anche...

Alessandro Manzoni (3)
Alessandro Manzoni nacque nel 1785 in una famiglia della nobiltà colta milanese, da Giulia Beccaria, figlia del famoso Cesa...
Java - Autoveicoli
Classe Veicolo: [code lang="java"] abstract public class Veicolo { private String marca; private String modello; private Str...
Powershell: Esercitazione sui processi
CONSEGNA: - contare il numero dei processi attivi - far selezionare all'utente quanti processi vuole esportare - prendere n. process...
powered by RelatedPosts